Archivi categoria: racconti di un attimo

il costume segreto di mamma

In primavera questa casa sembra una casa fatta apposta per la primavera e per nessun’altra stagione. Appena entrati, dopo due metri, volendo, e in primavera certo che si vuole, anziché proseguire verso il corridoio si può, e si deve in … Continua a leggere

Pubblicato in racconti di un attimo | 6 commenti

Così è (da queste parti)

L’io narrante di questa storia son’io, io con la minuscola, maschile o femminile unn’importa: io. E’ piccino qui, ci si conosce, tutti sanno se uno vota comunista, se ha tanti soldi in banca, se avea lo zio coi vizi strani, … Continua a leggere

Pubblicato in racconti di un attimo | 2 commenti

la curva

Il dolore alla coscia era forte, tremendo. Pensò: Le pugnalate saranno così. Poi pensò: Certo che Giulio Cesare… Poi rise e disse: l’importante è saper ridere sempre… Ma, prima, un attimo fa, aveva avuto voglia di bestemmiare. Il dolore alla … Continua a leggere

Pubblicato in racconti di un attimo | 2 commenti

chi sono?

Si svegliò e, aprendo gli occhi, c choncluse che – a volte capita, no? –  non ricordava che giorno fosse. Si alzò, si sentì strano, sentiva che c’era qualcosa di strano attorno a lui, o forse no, non attorno. Mentre … Continua a leggere

Pubblicato in racconti di un attimo | 6 commenti

in ginocchio da te…

Ha lavorato ogni sera, tutte le sere eccetto il lunedì, l’estate di due anni fa, Guido. Trenta euro a sera, quaranta la domenica. Dalle 18, orario di apertura, alle 2 di note, il sabato fino le 3, anche le 4 … Continua a leggere

Pubblicato in racconti di un attimo | 17 commenti

incubo razionale

Sai cosa vedo io negli specchi della mia vita? Vedo il fallimento di una donna. Sai che invidio la suore di clausura? Le invidio, se ci sono quelle che non vedono nessuno nessuno nessuno le invidio perché vorrei essere una … Continua a leggere

Pubblicato in racconti di un attimo | 11 commenti