Avviso ai naviganti

Il dominio http://www.remobassini.it ospitò il mio primo blog, Appunti.
Poi lasciai scadere il dominio e aprii Altri appunti su wordpress.
Qualcuno, recentemente, ha registrato (in Svezia) di nuovo il sito
http://www.remobassini.it/

Sito a me estraneo.
(Chi sta seguendo la vicenda mi ha consigliato di avvisare a destra e manca, ossia qui e su facebook).

E buona serata

 

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da remo . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su remo

scrivo. Ultimi libri pubblicati: Lo scommettitore (Fernandel 2006); La donna che parlava con i morti (Newton Compton 2007, fuori catalogo); Bastardo posto (Perdisa Pop 2010); Vicolo del precipizio (Perdisa Pop 2011); Buio assoluto (Historica, 2015); Vegan. Le città di dio (Tlon, 2016); La notte del santo, Time crime

11 thoughts on “Avviso ai naviganti

  1. Remo, sai che la cosa è ben strana? Chi può avere interesse ad assicurarsi un dominio con il tuo nome, per aprire un blog di libri chiamato Remobassini contenente post abbastanza piatti firmati (finora) da tre diversi nomi di battesimo, con una tag cloud sproporzionata alla sostanza e i links sulla testata (Facebook, Twitter e i feeds) che rimandano alla schermata aperta in quel momento?

  2. cose che succedono, cara stefania.
    ieri sera la copia cache del sito riportava la vecchia fotografia del vecchio sito: tutto fotografato, naturalmente.

  3. Quoto in pieno Stefania Mola.

    Concordo anche su ciò che ha scritto nella sua recenzione del vicolo: rimanda al “Quaderno”, ci ho ripensato anche io.

    -Da quando frequento di più la Toscana mi sono lasciata coinvolgere: ho scritto “Che vengano” sopra sbagliando clamorosamente.

  4. @zirconio – di fatti ma è una frase che avrei potuto strutturare meglio ;))

    – una volta ho avuto un problema con la rete: una persona si è finta uno dei miei contatti appartenenti ad un sito web (quello in cui ci conoscemmo con Remo circa 10 anni fa).
    si era introdotta nel mio pc e riusciva a leggere il mio privato oltre a mandarmi minacce. ci fu una causa che vinsi.
    è strano come la gente voglia impossessarsi dell’altrui identità e soprattutto è molto fastidioso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...