Pubblicato da: remo | 2 gennaio 2012

potenza degli iPhone

Primo dell’anno, è quasi mezzogiorno. Sono appena fuori dal santuario di Santa Margherita, a Cortona, la chiesa in cui i miei genttori, più di mezzo secolo fa, si sposarono.
Mia madre arrivò in autubus, mio padre invece fu accompagnato da un amico che aveva la macchina.
Sto fumando mezzo toscano, la giornale è bella, il cielo è di un azzurro vivace, terso.
Mi passa accanto un uomo, avrà la mia età, ha la barba come me, mi guarda, poi sorridendo mi fa: La invidio sa?
Vorrei rispondergli, Sicuro?, ma invece abbozzo un sorriso.
Lui, che capisce che non ho capito, mi indica il mezzo toscano.
Glielo invido.
Sì, stavolta è chiaro.
Davanti a me, intanto, c’è una coppia che osserva la chiesa. Sono tra i trenta e i quaranta. Eleganti, italiani, turisti.
Lei tira fuori dalla borse l’iPhone, lui attende paziente. Poi lei cerca qualcosa, e lui segue le operazioni. Finalmente: ci siamo. Lei ha trovato. Ha trovato tutte le indicazioni storiche sul santuario di Santa Margherita, che fu costruito nel milleduecento e qualcosa leggono i due eccetera accetera.
Si fossero avvicinati di qualche metro magari avrebbero visto, i due turisti, che quanto hanno letto sull’iPhone c’è pure scritto, a caratteri più grandi, prima dell’ingresso.
A loro basta l’iPhone, però.
E guardano in alto, in direzione della fortezza. Ci vogliono pochi minuti a piedi per raggiungere la fortezza del Grifalco.
Poi, una volta che ci si avvicina è semplice capire cos’è: basta un iPhone.
(Erano veri, giuro, e non avevano l’espressione stupida. No, erano degli anticipatori, saremo anche noi così, tra navigatori, ipad, lettori di ebook e vai col liscio)

Advertisements

Responses

  1. Prendersela però con il “mezzo” mi ricorda un po’ gli operai dell’800 che distruggevano le macchine.
    (n.b. non possiedo nessuno dei marchingegni menzionati e trasformo in e-book soltanto quello che – e fino a che – non diventa libro di carta e per il liscio ho le ginocchia troppo scassate :-))
    ciao Remo, un abbraccio.

  2. ho cliccato sul link rosso: fortezza del grifalco anch’io come t. nn possiedo questi marchingegni ma se anche ne avessi uno e lo sapessi usare, il posto lo visiterei a piedi, un passo dopo l’altro.

  3. Io niente I-Phone: semino il cellulare dappertutto ma, visto che costerà a dir tanto una sessantina di euro e ora è tutto ammaccato per le troppe cadute lo ritrovo sempre. Se si trattasse di un I-Phone andrei in rovina. E poi al momento non mi serve. Io sono ancora per le guide verdi cartacee :-)
    Elisa

  4. Chi va a piedi, non so chi l’ha detto, è come se avesse un microscopio. Vede cose che gli altri non vedono.
    Magari gli I-phone togliessero un po’ d’ignoranza… per alcuni saranno lo status symbol del cafone arrinisciuto, come diciamo noi, per altri una finestra sul mondo.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: