Pubblicato da: remo | 23 luglio 2011

Merita

Sì, io dico che vale la pena ascoltare

Advertisements

Responses

  1. non vorrei sembrare saccente né invadente. ma un post, una parola, un pensiero, una bestemmia, una cazzo qualunque sulla morte di agota kristof, no? scusami remo per l’irruenza, ma in questo paese c’è chi lacrima se la Avallone arriva seconda allo Strega e a nessuno frega una minchia se è morta una scrittrice imprescindibile. E che cazzo.

  2. Per chi non la conosce e non l’ha letta penso possa andare bene questo
    http://www.paricenter.com/library/papers/virginia02.php

    bisognerebbe avere il tempo per parlare, soprattutto, della sua scrittura.

    non ho mai letto interviste alla kristof, se ne trovo o se qualcuno ne trova io son qua.

    enrico, quando muore qualche scrittore, solitamente, io non ne parlo subito; magari poi.
    la k. però era una scrittrice operaia e una scrittrice della sofferenza; la sento insomma come un punto di riferimento e mi spiace di non avere il tempo per proporre altro.

  3. http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2011-07-27/addio-agota-kristof-narratrice-174515.shtml?uuid=Aa4UGorD

    Un articolo che mi pare interessante e coinvolgente…
    Grazie a Enrico, soprattutto per la passione (e la sincerità) che ha messo nel suo commento.
    Purtroppo è così in ogni ambiente. Vincono soltanto i più famosi e mai i più bravi.
    Grazie per avermela fatta conoscere.

    Paola

  4. «Un giorno questo dolore ti sarà utile»


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: