Liliana

Nel piccolo camposanto vicino alla Madonna del Calcinaio, leggo vecchie lapidi del 1800 e del 1900, si scriveva tanto, allora. Prima o poi verrà tutto rimosso, Maria, donna proba che dopo la tragica morte del marito spirato al fronte crebbe con amorevoli cure i due piccoli figli eccetera, ecco di Maria verrà cancellati tutto: avanti i prossimi.
Vedo una tomba coperta dalle sterpaglie. Si chiamava Liliana, era una bella donna morta giovane negli anni Sessanta. Nemmeno quarant’anni. Mi abbasso, sposto le infestanti che coprono la sua immagine, e vedo che l’immagine in bianco e nero di Liliana è diversa dalle altre, sembra abbia posato per un film o una rivista: sorride, e il capo è eccessivamente reclinato all’indietro per essere una foto seria ma va bene, dico io, va bene così, a Liliana, ne son convinto, piaceva e sarebbe piaciuta, ché non sembra la foto di una morta. E’ la foto di una donna che guarda gli uccelli del cielo, e pensa che la vita corre in fretta, quindi.

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da remo . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su remo

scrivo. Ultimi libri pubblicati: Lo scommettitore (Fernandel 2006); La donna che parlava con i morti (Newton Compton 2007, fuori catalogo); Bastardo posto (Perdisa Pop 2010); Vicolo del precipizio (Perdisa Pop 2011); Buio assoluto (Historica, 2015); Vegan. Le città di dio (Tlon, 2016); La notte del santo, Time crime

2 thoughts on “Liliana

  1. Mi sono soffermato più volte tra le lapidi vecchie del nostro piccolo cimitero, incantato dalle foto e dalle scritte sulle pietre ad immaginare e inventare storie. Quella che da ragazzetto mi affascinava di più era quella di una bellissima ragazza nella foto color seppia : Rapita all’eta di 18 anni nello splendore della giovinezza. Gran confusione per quel verbo, non avevo capito , ero convinto che l’avessero portata via e poi uccisa. Mia zia successivamente mi spiegò che la ragazza era morta improvvisamente per un banale incidente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...