Pubblicato da: remo | 6 giugno 2011

la strada

Davanti a casa mia c’è la Caritas. La disperazione, insomma.
Alla Caritas non so che orari facciano, di sicuro al mattino da lunedì a venerdì, poi non so dire. So che spesso, fuori, c’è gente che suona il campanello, implora, magari piange, spesso non capisce l’italiano.
Oddio, a volte vedi gente che vanno alla Caritas – ben vestiti, ben pettinati e ben muniti di telefonino – che proprio sofferenti non sembrano, ma i più lo sono, le madri specialmente.
E ci va il mondo, alla Caritas. Una volta non era così, una volta erano facce da stranieri. Ora no, non solo stranieri.

Saranno state le sette di sera. Sto uscendo. Appena in strada vedo due persone che stanno suonando alla Caritas. Faccio finta di niente e mi dileguo.
Quelle due persone, che suonavano con insistenza, erano una coppia, gente come me. Improvvisamente disperati.
Non potevano sapere, loro, che per i disperati c’è un orario: tutte le mattine da lunedì e venerdì.

E c’è, sempre vicino a casa mia, un signore che ogni sera dà da mangiare ai gatti.
E’ un uomo molto curato, sempre ben rasato, elegante, vive in una bella casa.
Quando mi vede mi saluta, sorride al mio bimbo se c’è (una volta gli ha detto: Guardando te i tuoi generi vedono il futuro, io non ho nessun futuro da guardare), a volte mi chiede del mio gatto zingaro.
Anche lui ha un gatto, bianco e rosso, che certe sere invece di seguirlo preferisce restare in strada. Guarda – gli dice – che resti fuori tutta notte.
In effetti vive al secondo piano di un piccolo, elegante stabile con porticina bunker, da cui non passa nemmeno una lucertolina.
Il gatto lo sa che se resterà in strada poi strada sarà. Tutta notte.
C’è una sorta di gioco, che dura minuti: il gatto guarda la strada, il suo padrone gli parla, tenta di convincerlo, ma lui niente, fa il sordo e, alla fine, se ne andrà, gatto ingrato.

Advertisements

Responses

  1. …che tristezza …dal sapore molto reale …ma si intravede lo sguardo curioso di un bimbo …e lo scenario si illumina …di immenso , direbbe un ” grande ” …:)..molto bello remo ..

  2. è Gatto…non dipende..ciao Remo

  3. gatto on the road again magari il suo padrone non conosce I Canned Heat!

  4. ho incontrato, poco tempo fa, con il prete che si occupa della Caritas, che ha raccontato esattamente quel che descrivi, ovvero che i poveri sono davvero variegatissimi, è finita l’epoca del barbone standard.
    penso che i volontari facciano quel che possono, a volte in condizioni impossibili.
    quel prete aveva gli occhi buoni ma anche disperati e diceva noi facciamo quel che possiamo. e poi ha raccontato dei separati, di chi perde la casa e con essa la dignità, il “decoro” che consente di presentarti al tuo posto di lavoro in ordine, senza dare nell’occhio. raccontava di gente che non ha più l’acqua in casa, non pagava le bollette e bon, chiusi i rubinetti.
    ecco, penso che queste persone magari suonano alla caritas e hanno vergogna di farlo, ma se le vedi in giro mica pensi siano ridotte così.
    ciao Remo, salutami il tuo bellissimo pupetto.

  5. La Caritas è un po’ come il tronco che emerge tra i flutti… e i naufraghi in questo mare sono più che mai variegati, di ogni colore credo e ceto. A volte è la vita ch’è una bagnarola e li lascia a mollo… sono gatti fradici, inghiottiti dalla notte liquida, col miraggio di attreversarla incolumi seguendo la rotta di uno sguardo curioso di bimbo. Qualche speranza la si trova, e lo sguardo di un bimbo è una di quelle migliori.

  6. Anch’io ho pensato, ma il gatto è un gatto.
    E la fila che vedo alla mattina, passando col filobus, davanti all’associazione Il Pane Quotidiano, è sempre più lunga, sono anziani, sono stranieri, e non solo, ed è sempre più lunga.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: