la fitta sassaiola dell’ingiuria

Giorni difficili.
Ho sempre amato la canzone di Branduardi (che anni fa mi fece conoscere la poesia di Esenin) Confessioni di un malandrino.
Bello il verso
mi piace che mi grandini sul viso
la fitta sassaiola dell’ingiuria

mica vero, però
(in ogni caso
mi piace spettinato camminare
questo sempre)

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da remo . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su remo

scrivo. Ultimi libri pubblicati: Lo scommettitore (Fernandel 2006); La donna che parlava con i morti (Newton Compton 2007, fuori catalogo); Bastardo posto (Perdisa Pop 2010); Vicolo del precipizio (Perdisa Pop 2011); Buio assoluto (Historica, 2015); Vegan. Le città di dio (Tlon, 2016); La notte del santo, Time crime

4 thoughts on “la fitta sassaiola dell’ingiuria

  1. Quoto assolutamente Laura Costantini. Di questi tempi l’ingiuria è divenuto abituale strumento di attacco. Povera patria. Un caro saluto, Annarita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...