Archivi del mese: luglio 2010

A 4 mani, 11° racconto: Istantanee d’anniversario

Luciana arrivò in sala da pranzo, una mano premuta sulla bocca. Poi tirò su un sospiro, come a raccogliere coraggio, e tutto d’un fiato disse: «È arrivato. Aspetta in stazione. È solo. Dice che mamma non è voluta partire.» Per … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 15 commenti

A 4 mani, 10° racconto: Take away

L’odore di fritto stagnava nell’aria. Chen si scostò una ciocca di capelli dagli occhi e lo vide. Era la seconda volta che il ragazzo veniva al take away. Ordinò lo stesso menu del giorno prima: il numero sei. Dopo aver … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 24 commenti

ma socrate diceva “dir loro” o “dirgli”?

La mia cultura è piena di lacune. Dovrei rileggere Tolstoj, le poesie di Rimbaud, a volte mi rimetto a studiare l’inglese che sapevo parlare e che ora ho quasi rimosso.I bimbi delle elementari lo sanno meglio di me. Ho da … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 20 commenti

A 4 mani, 9° racconto: Antiferesi*

Le piastrelle a terra sono fresche mentre il caffè riscalda la tazzina. Barbara si accorge che lo zucchero di canna non basta a vincere l’amaro, scosta il piattino e si veste. Il sacchetto dello zucchero raffinato troneggia sugli scaffali del … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 30 commenti

A 4 mani, 8° racconto: Strategie di mercato

Speriamo almeno mi capiti la dottoressa, che tra donne ci si capisce. La signora lì ci sta mettendo un tempo memorabile. Dai, su, che ho fretta. E poi il dottore è mezzo sordo, mi toccherebbe ripetere più volte, alzando sempre … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 28 commenti

A 4 mani, 7° racconto: Anni sereni

È un pomeriggio di novembre, nebbioso e reumatico. Nel silenzioso soggiorno della vetusta casa di riposo “Anni sereni” di Burgonzio, gli anziani ospiti consumano la merenda. Improvvisamente, dall’esterno, provengono voci concitate. “Stia attenta, mi fa cadere!” “Maman, l’assistente sa fare … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 75 commenti

A 4 mani, 6° racconto: Il tempo necessario

Gli sembra di sentire il profumo dei fiori. Li ha sistemati poco prima, nel vaso accanto alla fotografia. Ha reciso i gambi con un taglio obliquo, come lei gli ha insegnato. Ci stanno bene le gerbere vicino al suo vestito … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 26 commenti