Pubblicato da: remo | 8 maggio 2010

ci son giorni che me lo vado ripetendo

Dalla mia pagina su facebook, le mie citazioni preferite. Mi dicesso, Salvane una. Salverei l’ultima. Ci son giorni che me la vado ripetendo: io sono un clown e faccio collezione di attimi, io sono un clown e faccio collezione di attimi, io sono un clown…
Poi, per chi non lo sapesse: Fatih Terim è stato un allenatore della Fiorentina.

Chi parla difficile è nemico del prossimo.
(don Lorenzo Milani)

Il primo uomo che ha detto che la donna è bella come un fiore è un genio, il secondo un cretino.

(però non ricordo di chi sia; la diceva spesso a lezione di Storia del teatro Gian Renzo Morteo)

Cosa ne facciamo della letteratura, a cosa ci può servire, se non a smontare le false sicurezze che abbiamo?

(Gianni Celati)

Urlino tutte le ingiustizie del mondo
(Ho Chi Mihn)

Chi è veramente intelligente nasconde di aver ragione

(Elias Canetti)

Non siamo gente che festeggia i compleanni, noi
(mio padre, classe 1927)

Ogni fiore si sente un po’ rosa
ogni fiume si sente un po’Po

(Ernesto Ragazzoni)

Avere paura non serve a non morire

(Fatih Terim)

Ci faccio una fatica nera. La più facile delle mie pagine esce spensierata da una decina di penosi rifacimenti.

(Fenoglio)

I quattro punti cardinali sono tre: nord e sud
(Vicente Huidobro)

Io penso che la vita è una molto triste buffoneria, poiché abbiamo in noi, senza poter sapere né come né perché né da chi, la necessità d’ingannare di continuo, noi stessi con la spontanea creazione di una realtà (una per ciascuno e non mai la stessa per tutti) la quale di tratto in tratto si scopre vana e illusoria. Chi ha capito il giuoco, non riesce più ad ingannarsi; ma chi non riesce più ad ingannarsi non può più prendere né gusto né piacere alla vita. Cosi è.
(Pirandello)

Io sono un clown, e faccio collezione di attimi
(Boll)

Annunci

Responses

  1. i don, sono sempre, umanamente sottili, visto che difficilmente si fanno capire. gli altri, dei gran sacerdoti…
    ti cito questa, non so di chi sia, ma a me la ripeteva sempre un’amica suora:
    i soldi, sono lo sterco del diavolo, ma che coltivano i giardini del Signore…

    spesso, ripenso a questa citazione, rapportandomi. e penso che questa suora, aveva davvero le palle. e da lassù, ancora mi segue e consiglia…

    grazie, e perdona l’ardire.

    simonetta

  2. Io mi sento come Fenoglio (solo per la frase e per la ‘fatica nera’. mica per la scrittura o per altro).

    Però questa è una delle mie preferite:
    “Ci sono poche cose sicure. Ne rammento tre: Natale, il mio compleanno… no, sono solo due”

    Buona giornata Remo. Ciao Simonetta :)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: