Pubblicato da: remo | 28 agosto 2009

Grido (Antonia Pozzi)

Grido

Non avere un Dio
non avere una tomba
non avere nulla di fermo
ma solo cose vive che sfuggono –
essere senza ieri
essere senza domani
ed acciecarsi nel nulla –
– aiuto –
per la miseria
che non ha fine –

Antonia Pozzi, 10 febbraio 1932

Annunci

Responses

  1. Mi ha ricordato la Marini.
    Bella.
    Buon w.e. Remo
    Sgnà

  2. non conoscevo, e imparo volentieri

  3. Antonia Pozzi me l’ha fatta conoscere il mio ‘fratellino’.
    e pochi giorni fa, in risposta a una mia frase (che lui stesso mi ha corretto) mi ha mandato questa, sempre della Pozzi, dicendomi che dovevo prendere esempio (se si potesse):

    Amore di lontananza

    Ricordo che, quand’ero nella casa
    della mia mamma, in mezzo alla pianura,
    avevo una finestra che guardava
    sui prati; in fondo, l’argine boscoso
    nascondeva il Ticino e, ancor più in fondo,
    c’era una striscia scura di colline.
    Io allora non avevo visto il mare
    che una sol volta, ma ne conservavo
    un’aspra nostalgia da innamorata.
    Verso sera fissavo l’orizzonte;
    socchiudevo un po’ gli occhi; accarezzavo
    i contorni e i colori tra le ciglia:
    e la striscia dei colli si spianava,
    tremula, azzurra: a me pareva il mare
    e mi piaceva più del mare vero.

    Milano, 24 aprile 1929

  4. mi piace la poesia citata da Morena Fanti, bellissima

  5. Antonia Pozzi l’ho conosciuta dalle citazioni di Remo… bellissime poesie.
    Leggete questa…

    La vita

    Alle soglie d’autunno
    in un tramonto
    muto
    scopri l’onda del tempo
    e la tua resa
    segreta
    come di ramo in ramo
    leggero
    un cadere d’uccelli
    cui le ali non reggono più
    18 agosto 1935
    (da Antonia Pozzi, Parole, Garzanti, a cura di
    Alessandra Cenni e Onorina Dino, prefazione di A. Cenni).

  6. amo Antonia Pozzi.
    questa è particolarmente bella.

  7. Io non la conoscevo e sono molto contenta ora.
    Le poesie citate sono molto belle, ma quella di Morena mi tocca il cuore.
    Arriva un giorno che si guarda l’orizzonte con occhi da innamorata e ci si appaga col ricordo.
    Sgnapis


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: