prime adesioni

Raccontiaquattromani. Ci furono, se non sbaglio, 27 racconti l’anno passato, 27 abbinamenti.
Qualcuno all’inizio storse il naso e disse, Sarebbe meglio sorteggiare.
E in effetti sorteggiare sarebbe meglio.
In teoria.
Vi racconto di un abbinamento che si arenò. Di due persone che si stimavano (e si stimano) ed erano contente di partecipare. Provano a scrivere e uno dei due dice, A me di trattare questo argomento e quest’altro argomento non va. L’altro ribatte: io non riesco a continuare se ho dei divieti.
E non se ne fece nulla.
Poi altri abbinamenti non produssero nulla, e direi che la colpa fu mia.
Due persone che scrivono e che non si conoscono e che hanno interessi diversi diranno Che bello, faranno una fatica bestia a fare prove su prove, getteranno la spugna.
Quest’anno (praticamente sto pensando scrivendo) si fa così: chi vuole proporsi in coppia lo faccia, chi vuole da solo mi scriva, ma, se è persona che non mi è nota, mi scriva di sè, così che io possa cercare di fare un abbinamento furbo.
Per ora partecipano.
Abbinamenti.
1. Roberta Bianchin e Allerta.
2. Massimo Bignardi e Chiara Ravasenga.
3. Elys con amica.
4. Gaja Cenciarelli ed Enrico Gregori.
5. Sandra Giammarruto e Barbara Garlaschelli.
6. Paola Cingolani ed Elisa Strobbia.
7. Chiara Granocchia Lelieur e Lorenzo Mazzoni.
8. Mario Bianco e Francesca E. Magni.
Singoli.
Barbara (Rael).
Cristina Bove.
Laura Costantini.
Lory Falcone.
Sandra Biondo.
Rossana Massa (Flavia).
Cristina13.
Pia Barletta.
Paola Mattiazzo.
Silvia Ancordi.
Maria Lucia Riccioli.
Mitia Chiarin.
Anna Maria Curci.
Morena Fanti.
Rita Zaghi.
Bobboti.
Melania Ceccarelli.
Mario Borghi.
Eventounico.
Eva Carriego.
Ho dimenticato qualcuno?
(Lucia Marchitto? E il sottoscritto, anche).

Resta il tema: L’Italia di oggi.
E le battute: 5000 spazi compresi (stavolta, a diferenza dell’anno scorso, saranno 5000).
I racconti verranno postati la prima volta anonimi.
Poi, dopo il voto, con nome e cognome degli autori e due righe sul metodo di lavoro usato.
Poi si farà un e-book.

Annunci

39 pensieri su “prime adesioni

  1. maddai, remo.
    manco due giorni e mi metti in piedi un simile lunapark? :)
    io ci sono. devo mandare carta bollata o va bene qui?

    per il socio sento prima se stefano è disponibile se no ti farò sapere.

  2. scusa anna maria, e pensare che sei stata la prima adesione.
    ti sei svegliata spiritosa, stamattina, Morena? Carta da bollo, va bene, ciao

  3. Intanto buongiorno :)
    Sono la Ebe di ieri, non mi chieda perchè ma sento che devo (sempre se posso partecipare) usare questo nick portafortuna perchè mi ricorda una persona cara.
    Posso tentare come single, così faccio meno danni?
    Non ho capito la scadenza della consegna, per me molto dipende dal tempo a disposizione.
    Attendo istruzioni.
    Grazie per l’attenzione e buona giornata.

  4. accidenti! vado al mare un week end torno e trovo tutto sto ambaradan! ora ci penso un attimo se propormi oppure no! ma, a proposito, non ci sono troppe femmine??

  5. ciao rita, no, non ho ricevuto, ti inserisco.
    ester, a quattro mani, solo a quattro mani; va bene il nick per tutti, ma non per me.
    melacecca, ne ammazziamo qualcuna?, di femmine

  6. ammazzarle proprio no ma, se deve essere in coppia e poichè la matematica NON è una opinoine bisogna farsi venire una buona idea o fare un reclutamento di maschi a tappeto! a meno che non si possano anche considerare coppie omosex..così è anche più moderno!

  7. Caro Remo scrivo per dirti che ho cambiato idea :-)
    io e Barbara Garlaschelli vorremmo partecipare al tuo 4 mani.
    se per te nn è un problema.
    Ladypazz

  8. La compagna della passata avventura mi ha lasciato ;-) ma se i tempi comprendono tutto Agosto non mi dispiacerebbe partecipare

  9. Tutto luglio, Dario, e magari i primissimi giorni di agosto. Da ferragosto in poi non avrei tempo, quindi ripropongo, grosso modo, i tempi dell’anno passato (sono in ferie quando arriva il grosso del lavoro e quest’anno non ho, diciamo, un’assistente preziosa, come fu Monia l’anno passato, perché Monia deve partorire).

    per gli altri: ho aggiornato.
    manca la commissione.

  10. Caro Remo,
    mi spiace ma non partecipo, però sicuramente sarò attenta lettrice.
    Lo scorso anno è stata un’esperienza molto interessante e se non partecipo è per problemi personali.
    Ti ringrazio per avermi invitata. Sei sempre molto gentile.
    Un abbraccio Lucia

  11. Caro Remo, non vuole essere una provocazione, e infatti non lo è. Solo una curiosità. E un lieve senso di fastidio. Semplicemente mi chiedo: perché un concorso? E poi: Perché un altro concorso? che non è la stessa cosa. Non si fa che gareggiare. E se c’è una cosa che fatico a digerire è fare dell’arte una gara.
    Con affetto. Ciao. gio

  12. mi sono ritrovata tra gli aspiranti ‘coppiandi’.
    In verità non credo di farcela; sempre che:
    – non mi arrivi un’ispirazione sulla testa tra due minuti;
    – la giornata non raddoppi la quantità d’ore a disposizione degli umani, spt femmine;
    – non mi faccia una cura di stabilizzatori dell’umore nelle prossime 48 ore (il che non è possibile, visto l’allattamento in corso).
    Comunque grazie per l’invito.

    rob

  13. cara lucia grazie, e un abbraccio.
    giosannino, non è un concorso, perché si vince scrivendo. Poi si fa una graduatoria, come si è fatto l’anno scorso: si prendono i racconti come se fossero un tutt’uno e li si impagina scegliendo i migliori. come se i racconti fossero stati scritti da una persona sola.
    all’atto pratico la valutazione si traduce nel definire come impagina l’e-book, che è il porodotto finale.
    che poi. il giudizio dei commentatori, spesso, è peggio e in letteratura, mi pare, tutto è concorrere: si invia un manoscritto a una casa editrice nella speranza che accettino il nostro.
    roberta, va bene, non avevo inteso, ciao

  14. Remo, questa volta vorrei partecipare anche io, ma, qualora la mia candidatura venisse accettata, vorrei dire in anticipo al/alla mio/mia compagno/a di scrittura che sono una pessima spalla. Ciò per miei limiti e per la scarsità di tempo che mi porta a scrivere quando altri dormono. Per cui con me si va molto di mail e poco di telefono. Ci si complementa, ma non ci si allinea. Pur vedendo molti nomi che mi intrigherebbe accompagnare, lascio a te l’abbinamento per manifesta volontà di non arrecare danno. Le coppie già formate, in effetti, sono fortissime.
    Grazie per questa opportunità.

  15. Proprio per questo, perché tutto è concorrere, che. Ma ok. sul giudizio dei commentatori non ho capito. Ciao. gio

  16. ecco, nel caso restasse fuori qualche nome con le stesse mie caratteristiche (poco tempo. poco, poco), potrei dare una mano in extremis.

    ciao Remo e a tutti gli altri ovviamente.

  17. Io partecipo molto volentieri con Francesca,
    però non piace la formula giuria & concorso.
    Ce n’è stati e sono stratanti, troppi.
    Stacchiamoci da ‘sta formula!
    La vita sarà anche una gara, un concorso,
    però più che verità, questa, è luogo comune.

  18. Toglimi quel Mariangelaaa :-)
    :-)
    Il secondo nome mi è servito per ritornare su Facebook, in seconda battuta. Ti ha scritto Maria Teresa Valle? E’ un’amica genovese, scrittrice di gialli. Voleva partecipare.

  19. che occorrano uomini, lo dico da un po’…
    La scrittura è uno dei pochi campi in cui le donne imperversano ( ma ad aver successo sono poche).
    Sono molto ma molto contenta di vedere cristina13 tra i tuoi…adepti. In passato le ho fatto una testa così perché scrivesse…

  20. giosannino, mario bianco.
    ho pubblicato quattro romanzi e non ho mai partecipato a un concorso.
    quindi.
    qui è diverso. la gente vinve quando riesce a scrivere.
    fare una graduatoria è un niente: quando arrivano i commenti già c’è una graduatoria: capolavoro, schifezza.
    l’anno passato ci furono abbinamenti di persone avvezze alla scrittura con persone poco o punto avvezze: e fu una bella esperienza.
    sarebbe stato bello procedere per sorteggio.
    a me sta bene anche che si voglia scrivere perché ci si sente affini, o si è amici.
    e comunque. si procede, credo, come l’anno passato.
    nessuno è obbligato a partecipare.
    buona giornata.

  21. O__O ma perchè già vi fate questi problemi sugli eventuali giudizi dei commentatori? E’ naturale ci siano…ed è naturale che pioveranno critiche acerbe come l’anno passato. L’importante è saperle prendere nel verso giusto! U__U E poi bisogna farlo per divertirsi mica per farsi venire i complessi o roba simile! Suuuu rilassatevi!

  22. remo non leggere nessuna provocazione in queste mie. e nemmeno in quel che dice mario bianco, mi pare. ovvio che nessuno è obbligato a partecipare. solo mi piacerebbe, una volta, incontrare da parte degli addetti ai lavori (tra i quali includo te, ed ecco perché queste considerazioni qui nel tuo blog) qualcosa che si scosti con decisione dal meccanismo giuria/voti. tipo, mi piacerebbe, per dire – e te lo dice uno avvezzo ai rifiuti editoriali – che una commissione/gruppo/comitato di esperti invece che fare graduatorie dicesse cosa, dei testi, non va, ma non in un’ottica da concorso, quanto di critica editoriale. sarebbe bello, mi pare.
    al più, è cosa ovvia, in campo editoriale quando un lavoro non piace, gli editori non rispondono e basta. questione di tempo e lavoro. oltre che di esigenza di non alimentare false aspettative. ci sta, e lo capisco. e tuttavia questo contribuisce a demoralizzare o demotivare molti autori che invece avrebbero da dire e scrivere.
    mi pare che uno come te, sensibile e attento “all’intorno”, oltre che scrittore, potrebbe invece inventare un meccanismo di analisi critica degli scritti che si discosti dalla dinamica del giudizio e della graduatoria. sarebbe bello.
    senza nulla togliere a questa nuova iniziativa.

  23. giosannino, qualcuno l’anno scorso ci è rimasto male, e tanto, ma non perché è stata stilata una classifica, ma per i commenti.
    questo è un gioco di scrittura, nessuno vince nulla.
    sei racconti, in quanto frutto di scrittura collettiva, vengono impaginati in un certo modo.
    ripeto: ci sono persone sensibili che ci sono rimaste male, e tanto, dalle stroncature dei commenti.
    la prima cosa sarebbe, quindi, togliere la possibilità di commentare.
    non sarebbe giusto.
    chi scrive si mette in gioco. e rischia la depressione.

  24. Boh il racconto mio e di Dario l’anno scorso l’hanno distrutto…ma sinceramente non me la sono presa, è un gioco e se uno decide di partecipare si prende tutto, critiche comprese. U__U Mah se a me di carattere so che danno fastidio i giudizi, eviterei di prendere parte a qualsiasi tipo di rassegna. E poi alle volte è meglio una stroncatura che un complimento falso!

  25. mah, ci saranno rimaste male ma gli sarà servito comunque a riflettere, a freddo, sui propri scritti. in fìondo diciamo un po’ la stessa cosa. il bello e l’importanza di ricevere un giusto commento critico. benone.

  26. Buongiorno! Non sapevo si rischiasse la depressione per un “gioco di scrittura”, mi piace chiamarlo così. Le critiche credo che, se costruttive, siano più utili che offensive. E visto che i racconti son postati anonimi non credo ci sia ‘accanimento personale’ per stroncare o premiare un autore. Io ho solo da imparare quindi ben vengano le critiche. Scrivo perchè mi piace scrivere, se scrivessi pensando ai complimenti, nell’Italia di oggi, dovrei scrivere roba mielensa o porno-erotica.
    Io il 9 parto per una settimana ma credo che gli abbinamenti saranno già fatti. Non vedo l’ora. :oD
    Ciao Remo!

  27. Io non temo, i commenti anzi,
    sono avvezzo da anni anche a giudizi talvolta turpi, da mannaia;
    credo che i pareri equilibrati, ponderati molte volte servano.
    Però le graduatorie non mi vanno, é una roba di pelle; tuttavia io partecipo volentieri e sto alle tue regole. :-)

  28. ciao! Anche il mio abbinamento con Mario B. è del tipo che lui è uno scrittore e io no, quindi andiamo bene, che dici???

    a me i concorsi piacciono perchè non arrivo mai prima… sai, sono “fortunata in amore e non al gioco” ;-))

    comunque io sto al gioco perchè è un bel gioco (si vince tutti) e anzi, ti ringrazio per tutto il lavoro che farai

    un bacio

    fem

    P.S: a proposito di commenti, con me ed Efialte (anonimi) Enrico Gregori fu feroce e cattivissimo e poi ci votò fra i primi!!! Per me già il fatto di avere qualcuno che mi legge è una vittoria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...