di voi che resta antichi amori?

Chissà cosa mormora il vento
stasera col suo lamento
dietro la porta laggiù,
di già il caminetto s’è spento
io chiudo gli occhi e rammento
gli amori di gioventù

di voi che resta?
antichi amori giorni di festa
teneri ardori
solo una mesta foto ingiallita
tra le mie dita
di voi che resta sguardi innocenti
lacrime e risa e giuramenti
solo sepolto in un cassetto
qualche biglietto

rivedo un viso
mormoro un nome ma non ricordo quando né come

Annunci

4 pensieri su “di voi che resta antichi amori?

  1. sì, ciao maria lucia
    (Battiato, e due commenti dalla Sicilia; è il segno della rinascita del regionalismo)

  2. la carne che non è più giovane
    il pensiero che s’annoia di se stesso
    le parole che non vogliono più
    l’imbarazzo
    grande
    una lontananza incolmabile
    la guardo passare
    mi fa tenerezza, poi rabbia
    poi non vorrei essere lei
    poi scopro che ero io
    un grande senso di mancanza
    che però a un certo punto non si sente più
    perché manca l’ormone
    per sentirlo

    roby

    resta questa canzone che non muore
    lei sì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...