ritardo

Allora, torniamo indietro alla notte tra mercoledì e giovedì, notte per me, l’alba per i più, dal momento che sono le cinque del mattino.
Sto per andare a letto, ma prima di spegnere il computer faccio una verifica: su Bastardo posto.
Trovo questa cosa, qua.
Mi son detto, Ci siamo.
Così ho scritto il post, inserito la copertina, copincollato la quarta di copertina di Massimo Novelli.

Stamattina mi sento con l’editore.
Preferirebbe, mi dice, rinviare.
Il polso della situazione (promozione, distrìbuzione)  ce l’ha lui, e dal momento che con il precedente libro (La donna che parlava con i morti) mi sono trovato bene ho detto “va bene”.

Per farla breve: Bastardo posto per ora non esce, e quindi nessuna presentazione a Torino.
Al più presto mi comunicheranno la data di uscita.

La prossima volta, comunque, “m’imparo e mi sto zitto”.
E buona serata

Annunci

27 pensieri su “ritardo

  1. Certo, letti gli ultimi dati dell’editoria…
    E’ pur vero che hai ormai un tuo zoccolo duro (che è andato crescendo)… però se lui ha il polso della situazione… non può avere la caviglia.
    Ed io che sognavo già di leggerlo e portarmelo in vacanza per rileggerlo.
    E poi, il prezzo… quasi come quella pizza al gorgonzola e salamino piccante….

    Editore!!!
    Editi, editi… non induca o indico una petizione.

  2. vergogna…davvero vergogna.Davanti alle cose belle le persone devono sempre approfittare dei loro poteri pur di metterti i bastoni tra le ruote.Ma abbia fiducia e non demorda, il libro uscirà al più presto(se no ci mettiamo noi a protestare!), ancor prima ci sarà la sua presentazione e il tutto riscuoterà un tale successo che quest’editore si mangerà le mani pensando:”ma perchè non l’ho fatto pubblicare prima!”.Quindi non si scoraggi perchè i sogni si DEVONO realizzare!!!!!!e non è giusto che ci sia sempre qualcuno a rovinarli!

  3. Su Unilibro lo davano già uscito il 10 aprile. Stavo giusto per ordinarlo.
    I disegni degli editori restano imperscrutabili.

  4. Abbiamo fatto 30, faremo 31. AspetteRemo.

    Mi sento che sarà molto bello.

    Peccato perchè ti/vi avrei incontrato volentieri a Torino. Magari sarà da un’altra parte.
    A presto.

  5. Che peccato… Non vedevo l’ora di gustarmelo.
    E di incontrare te e Francesca a Torino. Beh, spero che esca al più presto, il tuo Bastardo posto(che bel titolo!)

    Ciao

    Milvia

  6. non dire gatto se non ce l’hai nel sacco.
    trapattoni docet.
    ma alla fine meglio così, hai fatto un primo giro di promozione e creato “ad arte” una forte aspettativa.
    il tuo editore te ne sarà grato.
    daje remo!

  7. aver a che fare con l’editoria addestra la pazienza
    :)

    la domanda però è: ma il giornalista di Repubblica cos’ha letto? le bozze? o ci son già, le copie?

    ciao Remo!
    e.

  8. IL giornalista di Repubblica – che mi aveva recensito Il quaderno delle voci rubate e Lo scmmettitore (ma non Clelia, che non era nelle sue corde) – ha letto il manoscritto mesi fa, Enrico.

  9. Non so se il tuo editore ha fatto una cosa saggia, Remo. Al salone avresti stra-venduto, in Piemonte sei conosciutissimo.

  10. remo, sono io l’enrico al quale hai risposto? nel caso, io non sono mai intervenuto, ergo sono il tuo incubo. ma ora approfitto per esternare il mio malumore. torino mi sembrava un’occasione ottima per la presentazione del tuo libro. non entro nel merito delle decisioni dell’editore che saprà certamente il fatto suo. magari vuole scegliere un periodo e un ambiente meno gettonati. po’ esse.

  11. Speravo di inaugurare la categoria ‘libri’ sul mio neonato blog con il tuo libro. Pazienza.
    Io fossi in te sarei contento: un libro atteso avrà un boom di vendite incredibile! Poi Torino è caotico.
    Buon we

  12. Io sono scaramantica, non comuncio mai niente nemmeno agli intimi se non sono strasicura ;)

    L’editore avrà avuto le sue buone ragioni, credo. Speriamo che esca presto, comunque :)

  13. Attendere accrescerà il desiderio di leggerlo…
    Comunque una bella lezione, anche per me, che sto scrivendo e non dovrei dire neanche cosa per non farmi influenzare e per non partorire un topino dopo aver creato l’attesa di una montagna…
    Gli editori sono una brutta razza, necessari come le iene ma francamente poco simpatici!
    Remo, siamo con te!
    ML

  14. anch’io aspetto, buone ragioni o meno dell’editore, certe cose sono spiacevoli. ciao Remo.
    La copertina e la trama sono davvero belle.

  15. vabbè… l attesa del piacere è già di per sè piacere, dicono.
    metti poi che ti scappa pure una presentazione in quel della piccola padova…
    hai visto mai…
    (qui il borino continua a soffiare forte e ha fatto smettere di piove… magari porta bene)

  16. ti dirò, Remo, è periodo di “sorprese”
    e ti dico, per esperienza: meglio uscire più tardi, che non uscire affatto ;)

    un abbraccio grande, oggi ero al salone ma non ci siamo incociati
    spero ci rivedremo presto

    E.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...