Pubblicato da: remo | 4 febbraio 2009

juke boxe: dall’1 al 16

quando avevo venti e pochi anni in più attraversai il periodo più nero della mia esistenza. Non fu lungo ma fu nero.
ricordo, però, che dicevo sempre: Però ogni giorno mi consolo con la musica.

Mi piace la canzone d’autore, il rock, il jazz, la musica classica e anche qualche opera lirica, la Butterfly in particolare (ho le cassette con l’interpretazione della Callas).
seguo poco, adesso, cosa esce o i gruppi nuovi, non ho tempo.
son rimasto ai Modena city rambler’s (e prima ancora).
comunque.
in questo albergo di un centro tra Milano e Bergamo ho pensato due cose.
la prima: che tanti post, questo per esempio, se esistesse ancora Cuore, rischierebbero di finire nell’apposita rubrica E chi se ne frega?

la seconda cosa che ho pensato, è questa.

che io  su un’isola deserta vorrei un juke box personale per esempio con queste canzoni

1. Memory.
2. The way we were (ogni tanto lo rivedo il film con Redford e la Streisand).
3. Canzone della bambina portoghese (di Guccini; la sento un po’ come un inno non alla vita ma sulla vita).
4. Ne me quitte pas (Jacques Brel).
5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15 De Andrè (almeno).
La sedicesima è ancora di De Andrè, ma io, scandalo (?), preferisco che sia  Zucchero a cantare che ha vista Nina volare.

Annunci

Responses

  1. Io voto il punto due, sia per la canzone che per il film, sono tra i miei preferiti in assoluto.
    Anche se ogni volta che ascolto quel brano mi sciolgo in lacrime senza ritegno.

  2. 1) All the Young dudes (di D. Bowie, versione Mott the Hoople)
    2) In the court of Crimson King (LP intero)
    3) L’hymne a l’amour e No, je ne regret rien (Edith Piaf)
    4) Stormy Weather (cantata da Billie Holiday)
    5) De Andrè e Lou Reed (a scelta – difficile- per arrivare a venti)

    Così, potrei resistere fino alla prossima reincarnazione.
    Ciao

  3. 1-velvet underground and nico
    2- sgt. pepper’s (beatles)
    3-led zeppelin 2°
    4-high tide (omonimo)
    5-three friends (gentle giant)
    6- electric ladyland (jimi hendrix)
    7- waiting for the sun (doors)
    8- music for a new society (john cale)

    …..ma può darsi che domattina la cambio :-)

  4. Marco ha dei gusti
    Remo ha dei ricordi
    Così non vale:giocano con le stesse regole a giochi diversi….

  5. una meraviglia l’interpretazione di Zucchero

    io per l’isola deserta non so. proprio deserta del tutto mi sembra troppo.
    è vero che certi giorni ci vorrebbe un po’ di deserto. ci penso :-)

    ciao remo

  6. Io alla Butterfly preferisco la Bohème. La Streisand poi non mi ha mai entusiasmato quanto una Billie Holiday e tra i film preferisco ricordare Simon & Garfunkel nella colonna sonora del Laureato. Su De Andrè (anche se non monopolizzerei per lui da 5 a 16) e sulla Bambina portoghese (ah, quel suo “primo bikini amaRanto”, con quella erre gucciniana….) mi puoi trovare anche d’accordo. Ma Zucchero lo detesto proprio.

  7. Bè, io ogni volta che rivedo Come eravamo piango come una fontana. La Sterisand la ritengo una donna bellissima e affascinante, e poi nel film aveva queste unghie lunghissime…Zucchero è tra i miei preferiti non tanto perchè è nato a 3 km. da casa mia ma perchè è bravo e questa versione di Nina tocca il cuore.
    Brel è Brel.
    Se Mia Martini è stata la colonna sonora dell’adolescenza, De Andrè è la colonna sonora della maturità: ineguagliabile. E poi la musica a parte il liscio se non lo ballo, trova sempre una collocazione dentro di me. Il problema forse sono i momenti d’ascolto sbagliati.
    E quando voglio cantare ancora la Lennox è la mia preferita o i Pretenders. Fortuna loro che non mi sentono.
    Ecco, adesso ho tanta voglia di cantare come dico io.
    Buona giornta Remo

  8. A pieni voti per i primi quattro posti, grande anche il film con la Streisand e Redford che ho visto e rivisto più volte, ma non condivido la passione per De André (mi piacciono alcune sue canzoni, complessivamente e ad alte dosi mi deprime), e boccio Zucchero, che ho sempre trovato sopravvalutato.

  9. Anch’io mi consolo con la musica, scrivo con la musica, musica che varia a seconda dei periodi e degli stati d’animo.

  10. nel juke box ci metterei lou reed (take a..wilde side ect), jovanotti (penso positivo), battisti (acqua azzurra acqua chiara), tchaikowsky la solita sonata per violino e orchestra n° 35 capriccio italiano, ravel “bolero”, “we wall rock you” i queen, tori amos di tanti anni fa, la prima canzone del cd di pulp fiction con lo sghitarramento da ballare, vasco 2 o 3 a scelta, zucchero che canta con tom jones “sex bomb” e almeno altre 2 dello stesso cd, 1 pezzo di ry cooder, 1 lirica di pavarotti di cui non so il nome che fa venire tutti i brividi.

    le altre me le canto io nella testa, mentre apro le noci di cocco sull’isola (semi-deserta, deserta no!)

    a casa si può rischiare molto di più: canzoni noiose, ripetitive, stupidine. a casa cambi il cd!

  11. Non so Remo, mi sembra un’interpretazione discutibile. Neppure un’interpretazione, piuttosto un tentativo di imitarne la densità, pur se con le migliori intenzioni. Oltretutto con difetti di intonazione. Anche se non è colpa di Zucchero. Tutte le volte che sento De André cantato da qualcun altro mi rendo conto del suo più grande pregio, che è stato quello di far sembrare facile ciò che facile non è.

  12. @elena, conoscendoti (un po’) ci avrei giurato

    @marco, mi hai fatto venire in mente Le vie en rose, ma non cantata da(lla splendida) edith piaf: ricordo una ragazza con un’organo di barberia, a montarmatre. era il 1988, ho, da qualche parte, la cassetta.

    @enrico, so bene che di fronte a te so niente; stupisciti: mi piacciono i gentle giant (ma esistono ancora?)

    @alessandro, funziona un po’ come per i libri; solo che per i libri ci si accapiglia di più, quasi come dei tifosi

    @morena,
    penso tu abbia doppiamente ragione (su zucchero e sull’isola)

    @carlo,
    la streisand sta antipatica anche a me.
    mi piacciono quelle due canzoni.
    billie holiday è al top (tant’è che l’ho citata nell’ultimo mio libro pubblicato).

    @silvia,
    ma è più bella la colonna sonora o il film di come eravamo? fa piangere la scena finale, vero?
    lì la streisand è simpatica.
    (anche io come te: canto da solo però)

    @annamaria,
    quando avevo sei anni mia madre comprò un giradischi e qualche 45 odioso: petula clark, orietta berti, paul anka, mina e claudio villa e… altri che invece ora ascolto.
    comperò anche La guerra di Piero che nel retro aveva La ballata dell’eroe.
    Ce l’ho ancora.
    Una sacra reliquia.
    Lo ascoltavo dieci volte al giorno (e forse mi ha fatto diventare triste…)

    @martita,
    io anni fa feci una scoperta: di notte.
    il jazz. si adatta a tutto. all’euforia e alla depressione, allo studio e alla scrittura, anche.
    quando scrivo è l’unica musica che reggo.
    e tu quando scrivi?

    @cara lidia,
    tchaikowsky è un grande amore dei mie vent’anni proletari: dal momento che di notte dormivo poco, di giorno facevo una pennichella: col sottofondo del lago dei cigni

    @gio sannino,
    lessi un articolo su Repubblica che diceva le stesse cose che hai detto tu sulla voce di De Andrè.
    (gio, ancora grazie)

  13. 50 lire una canzone, 100 lire tre…
    sull’isola deserta, un juke box che funziona con le conchiglie!

    ascolto di tutto…
    quando posso, quando sono da sola.
    De Andrè era un mito da ragazza, dopo il periodo mio di letargia, mi sono risvegliata e incontro canzoni che mi ero persa, e sono contenta di questo, è come non fosse morto, che poi è immortale già di suo.
    Non saprei quale scegliere delle sue… l’unica che mi ha un po’ stancato, e nei cd salto, è Carlo Martello, che era quella che si cantava con la chitarra, seduti sui muretti che circondavano le palme fuori dai Bagni, a Rapallo.
    Della voce di Fabrizio…la voce di Fabrizio fa parte della sua musica, è un altro strumento musicale, indissolubile. Non erano però male i pezzi (solo musica) su un cd di Repubblica, suonavano Bosso e la Marcotulli, e Di Battista e poi non ricordo, ma la voce sua in Ho visto Nina volare l’avevano lasciata.

  14. hai ragione, re carlo tornava dalla guerra è lunga, lnta e noiosa (mi pare l’abbia scritta con paolo villaggio, ma ptrei dire una castroneria).
    la canzone di marinella e geordie, invece, non stufano mai.
    io sono stato lento di riflessi per creuza de ma, per tanto tempo l’ho rifiutata.
    è stupenda, invece

  15. Ah Creuza de ma è stupenda, non ci capisco una parola ma non importa… è uno di quei casi in cui la voce di fabrizio è solo un altro strumento musicale. Anche Amico fragile va ascoltata molto… e Valzer per un amore, non la cita mai nessuno, eppure… è una prova anche della sua versatilità.
    Vabbè buon giorno!

  16. sìsì! quella cosa che hai scritto di Zucchero è proprio taaaaaanto scandalosa : )
    buona giornata

  17. sono un pianista di piano bar
    che canticchia con
    Jaques Brel
    George Brassens
    e Jannacci Enzo
    :-)

  18. Zucchero, artisticamente, è morto da un pezzo. Concordo però con la tua scelta, Remo; l’interpretazione che regalò Adelmo a Genova fu da brividi; così come quella dell’Enzino e del Vasco.
    Non mancherebbe “Inverno” e “valzer per un amore” nel mio juke box; Gabriella Ferri e la sua “Grazie alla Vita”; Tenco e “vedrai vedrai”; “Who’ll Stop the Rain” dei Creedence C.R.; “Son Of Sam” di Elliot Smith; “the man who sold the world” eseguita unplugged dai Nirvana; “Cajun Moon” di J.J.Cale; e la sera ascolterei “Rhymes & Reasons” di John Denver…
    Ognuna di queste canzoni conserva un po’ del mio mondo; ciò che son stato, che son diventato e chi mi ha accompagnato… non sarei solo su quell’isola…
    Buona giornata.

  19. no, remo. i gentle giant “dismessi” nell’80-81. che ti siano piaciuti un po’ mi meraviglia ma ne sono contento. a rinfrescarti la memoria…..

  20. ma libri, film, musica… alla fine non è che sia impossibile scegliere? sono compagni di momenti sempre diversi e sempre intonati…

  21. Ciao Remo :-) la Musica come i Libri sono le mie Passioni…. Bibliofolle, ascoltatore folle, di utto, dagli amati Cantautori, il Jazz che mi sega le vene, la classica, la lirica…. ora stò ascoltando e riascoltando a tutto volume una canzone-poesia che amo
    Ragazze Dell’est di Claudio Baglio
    LP STrada Facendo
    1981

    nei mattini pallidi appena imburrati di foschia
    risatine come monete soffiate nei caffè
    facce ingenue appena truccate di tenera euforia
    occhi chiari, laghi gemelli, occhi dolci amari
    io le ho viste
    fra cemento e cupole d’oro che il vento spazza via
    sotto pensiline che aspettano sole il loro tram
    coprirsi il cuore in mezzo a sandali e vecchie
    camicie fantasia
    e a qualcuno solo e ubriaco che vomita sul mondo
    io le ho viste portare fiori e poi fuggire via
    e provare a dire qualcosa in un italiano strano
    io le ho viste coi capelli di sabbia raccolti nei
    foulards
    e un dolore nuovo e lontano tenuto per la mano
    io le ho viste che cantavano nei giorni brevi di
    un’idea
    e gomiti e amicizie intrecciati per una strada
    io le ho viste stringere le lacrime di una primavera
    che non venne mai
    volo di cicogne con ali di cera
    ancora le ho viste
    far la fila con impazienza davanti ai gelatai
    quando il cielo stufo d’inverno promette un po’ di
    blu
    piccole regine fra statue di eroi e di operai
    lievi spine d’ansia nei petti rotondi e bianchi
    io le ho viste
    eccitate buffe e sudate per la felicità
    negli alberghi dove si balla gridare l’allegria
    e bere birra e chiudere fuori la solita neve e la
    realtà
    e ballare alcune tra loro e ballare e poi ballare
    le ho viste
    nelle sere quando son chiuse le fabbriche e le vie
    sulle labbra vaghi sorrisi di attesa e chissà che
    scrivere sui vetri ghiacciati le loro fantasie
    povere belle donne innamorate d’amore e della
    vita
    le ragazze dell’est

    Ti abbraccio forte, forte, forte
    davide

  22. Ma… perché abbiamo perso tutti la… faccia, tranne Remo? E’ un problema mio?

  23. Conosco solo la Butterfly con la Callas, musicalmente sono monomaniaco (scelta particolare, però, è la meno pucciniana delle interpretazioni immaginabili, bellissime note di Marzio Pieri in proposito sul “Musica” di dic./genn./ [febbr.? e chi se lo ricorda. L’ultimo, comunque]).

  24. Creuza de Ma e’l’album italiano piu’ bello di tutti i tempi.Poi c’e’ l’album omonimo di Lucio Dalla(quello con Cara e Futura,Per intenderci)e poi c’e’ Tra demonio e Santita’ di Alberto Fortis.

    Questo e’ il mio umile e personale giudizio.

  25. Remo e di che, fatto nulla ;)

    ah, quell’articolo: lo scrissi io.

  26. Perchè mi chiedi di scegliere? Posso ripsondere tutti e due? Il film è tra i miei preferiti. La scena finale? Mi si strozza la gola quando arriva il taxi davanti all’Hotel. Quando incrociano gli sguardi non ho più fiato. Poi devo solo cercare di non morire. Per fortuna che dopo poco finisce. Una delle più belle scene filmiche d’amore che io ricordi.
    Buona giornata Remo

  27. Scusate se faccio capolino ma ci starebbero bene nell’elenco “mariages puor amour” cantata poi da Faber ma,credo,di Brel e “onda su onda” di Conte…
    Grazie
    Tinti baldini

  28. @ Silvia
    La scena d’amore più bella mai vista al cinema, secondo me, è il finale di “Luci della città” di Chaplin

  29. concordo con carloesse su tutta la linea, anche se devo confessaro che ho sentito per la prima volta quest’interpretazione zuccherosa di Ho visto Nina volare e non sono saliti di molto i miei tassi diabetici
    (e poi nei venti ci metterei pure Caetano Veloso, Charles Mingus, Djivan Gasparyan, Arto Lindsay, Chico Cesar, Paganini, i CCCP, Ennio Morricone e la Tosca di Puccini pure reinterpretata da Rava)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: