la sinistra pelandrona e un certo prete

Allora è vero, perché io mi son detto, mentre sentivo la radio con l’auricolare portando a spasso il cane, non non può essere, ho capito (giuro: non scherzo).
La radio diceva, mentre il mio cane cercava di stringere amicizia con una vecchia cagnetta, e quindi mi strattonava, diceva la radio che Berlusconi, smentendo di essere stato male, ha dichiarato di sentirsi come un ventenne, e in questo, io, non ci vedo niente di male.
Poi ha anche dichiarato che questa sinistra fa male al paese, e io qua mi son domandato: Ma quale sinistra?
Infine avrebbe detto, e qui ho avuto l’inghippo col cane, che buona parte dei fannulloni stanno a sinistra.
Mi son detto no, ho capito male.

Allora, quando Berlusconi se ne è uscito con Obama abbronzato io ho pensato che, punto primo, era una battuta infelice e che, punto secondo, non mi andava di perderci fiato pure io. E’ la mia natura, certe volte sto appartato.
Non ho mai fatto nemmeno dell’ironia su ministre da calendario. Mai.
Dicono, le ministre da calendario, che hanno sempre creduto nei valori della famiglia e non si sono mai spogliate, loro?
Embè? Quanti sono i politici di destra o di sinistra che ce la contano giusta?
Comunque. Questa dei fannulloni mi è rimasta sullo stomaco.

Allora, mio padre è stato prima un contadino e poi un operaio. Ed era di sinistra. Ha sempre votato Pci, mio padre. Ed è ancora di sinistra. Credo voti (senza il minimo entusiamo) Pd o Rifondazione. Mio padre – che ha iniziato a lavorare quando aveva sei anni – andava in fabbrica con la febbre o con l’ulcera o con tutte e due insieme. Mi ha messo in testa, mio padre, che i fannulloni sono una brutta razza. E pure io, se ho l’influenza, vado a lavorare.
Ricordo che quando fu l’ora di andare in pensione lo aiutai a compilare la domanda, cercare, controllare che gli avessero versato dei contributi (le famose marchette).
Esempio. Mio padre ha fatto il boscaiolo nell’alta Savoia, Francia. Bene, ogni due mesi riceve venti euro per aver fatto lo stagionale due anni in Francia.
Cercammo i versamenti contributivi di quando aveva fatto il contadino.
Sopresa. Un suo padrone, prete e democristiano, non aveva versato il becco di un quattrino, tanto l’Italia di allora era come questa: dei furbi.
E se mio padre, ora, ha qualche euro in meno di pensione (tanto 900 lui e la minima mia madre son grasso che cola, no?) lo deve a quel prete. Un sant’uomo. Che non era di sinistra, lui, e non andava ad arare il campo.
C’era qualcuno da sfruttare, un pelandrone di sinistra, insomma.

PS Non fate commenti da querela, che già ne ho un bel numero sulle spalle. Hanno un grande problema le querele: fanno perdere tempo. Un giorno inviterò tutti i miei querelanti in pizzeria e dirò loro: se avrò torto e vi dovrò dunque risarcire dividetevi la mia Alfa 147, che per ora è in buono stato, e dividetevi un quinto del mio stipendio, ma lasciatemi i libri, i cd e i computer per favore, che son le uniche cose che ho e a cui tengo.

PS. Comunque poi, riascoltando la radio, avevo in affetti capito male.
Non Berlusconi ma Brunetta.
Cambia poco. L’offesa rimane.
(lunedì ore 11,05)

Annunci
Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized da remo . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su remo

scrivo. Ultimi libri pubblicati: Lo scommettitore (Fernandel 2006); La donna che parlava con i morti (Newton Compton 2007, fuori catalogo); Bastardo posto (Perdisa Pop 2010); Vicolo del precipizio (Perdisa Pop 2011); Buio assoluto (Historica, 2015); Vegan. Le città di dio (Tlon, 2016); La notte del santo, Time crime

12 thoughts on “la sinistra pelandrona e un certo prete

  1. No! é troppo semplice accomunare tutti. Quello che é stato detto é incivile e irrispettoso di milioni di persone oneste, che fanno il loro lavoro.
    A forza di fare gli educatini prendiamo calcinculo da tutte le parti.
    Comunque tranquilli.. il sig.Veltroni farà senz’altro una formale nota di protesta,che verrà educatamente riportata dai mass.media.
    Che tristezza, non per me che di berettine ne ho 56, ma per mio figlio di 11.

  2. Alì Berlù non è un fannullone, no,
    certo è un gran lavoratore pro domo sua,
    peccato che in domo sua, e in quella dei suoi quarantamila ladroni incameri anche roba nostra, (io credo)
    se no, no, lavora per il bene del paese,
    aaaaah, sì
    MarioBì

  3. Se ho capito bene i fannulloni di sinistra li sta cercando il caro Brunetta all’interno del Pubblico Impiego. Io sono nel Pubblico Impiego, non penso di essere una fannullona, il problema è….ma sono ancora di sinistra per il solo fatto che mi sento comunque offesa da questa affermazione?
    Buona settimana
    Elisa

  4. Accidenti! Quello che penso è altamente querelabile…e scrivere parole diverse da quelle che penso non ha senso!
    Boh!? Magari leggi nel pensiero…
    :)

  5. “buona parte dei fannulloni stanno a sinistra.”
    beh, forse un po’ ha ragione, perché se fannulloni non fossimo ci saremmo già da tempo rimboccati le maniche e avremmo tolto di mezzo lui e tutta la sua combriccola di affaristi da strapazzo, nani e veline

  6. precisazione:
    non lo ha detto Berlusconi, ma lo ha detto Brunetta. Per il resto, come Labuccia, detesto i luoghi comuni.
    Oddio, che i fannulloni stiano a sinistra, a pensarci……..io non ho mai visto lavorare, per esempio, nè Veltroni nè Rutelli.
    Ma è anche vero che se questi due son di sinistra, io sono la reincarnazione di Isadora Duncan

  7. E che te ne pare della propsta di legge che chiede l’iscrizione dei blog ad apposito registro, altrimenti vengono definiti stampa clandestina?
    E la polemica sui writers?
    Però qualcuno l’ha pur votato, no? Sarebbe interessante sapere se c’è chi si è pentito, almeno un pò.

  8. ma, che dire io son di sinistra sempre stata con albero genealogico sempre di sinistra, e per la barba di Mao, mio padre (ricercatore) mai stato a casa un giorno, solo il giorno del suo ultimo viaggio, e tutti noi ci siamo fatti in quattro proprio perchè essendo di sinstra siamo dei pirla che credono che al lavoro non si bari, ma che si debba essere responsabili…

    sono offesa profondamente …. e provo amarezza profonda per questo mondo in cui non mi riconosco piu’!!

  9. per evitarti la querela ti invito a leggere, se il tuo cane ti lascia sedere su una panchina, l’ultimo numero dell’espresso dove si narrano le imprese di brunetta, il grande moralizzatore. (è lui che ha parlato di fannulloni di sinistra)
    marina

  10. Mah… Io vengo da una famiglia democristianissima e cristianissima; son cattolica, come si dice, praticante e osservante, nei limiti che la natura umana mi impone, ho sposato un extraparlamentare di sinistra che mi dice che, oggi, son più a sinistra di lui; mi sembra di lavorare assai; e mi sembra pure che, chi c’ha tempo di farti una querela, non si interesserebbe comunque di libri, CD e computer che, come si sa, rischiano di essere cose che fan cultura…
    Sta’ tranquillo, si divideranno l’Alfa e amen.

  11. Non sono nel pubblico, ma nel privato. Ho sempre lavorato anche se non stavo proprio benissimo..persino durante le maternità obbligatorie..perchè mi sentivo bene. Non mi obbligava nessuno certo. Però..
    mi sono presa della cogliona prima
    della nullafacente adesso…
    mi aspetto come donna qualche offesa più mirata…quanto meno non mi daranno della “pocodibuono” perchè per questa classe politica è un merito. (così ho fatto pure il commento sulle “ministre” :-) )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...