Archivi del mese: settembre 2008

vedere una pianta

Se nei precedenti post ho dato l’impressione di essere uno che è stato morso da una taranatola dico che mi spiace: per quanto riguarda il mio essere scrittore non covo, in questo momento, né rabbie né rancori. Nel 2009 esce … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 36 commenti

ah

Il mio vecchio, 81 anni fatti a giugno, è più tamarro di quel che immaginassi. Forse peggiora. Dunque, tanto a Follonica, dove è andato in ferie, quanto a Vercelli, dove vive, ha fatto il tamarro al supermercato. E’ successo questo, … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 18 commenti

dalla fabbrica all’editoria

Quando a vent’anni andai a lavorare in fabbrica la fabbrica mi fece ricordare alcune cose. Un ricordo tira l’altro, ora. Presente a scuola il compagno che sorride a ogni minchiata che dice l’insegnante e che annuisce sempre e che dice … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 38 commenti

king e Gramsci: siamo anche ciò che leggiamo?

Mah, questa settimana avrò iniziato quattro libri. Poche pagine e poi accantonati. Basta una frase che a me sembra così così e li accantono. Più che altro si tratta di libri scritti da autori contemporanei. Quotati. Così ieri sera volevo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 29 commenti

non solo corna

Alla giornalista il direttore chiese di scrivere qualcosa di diverso. Lei disse. Gli investigatori privati. Lui disse. Gli investigatori privati, embè? Lei disse. Gli investigatori privati campano e come campano in una piccola città come la nostra? Lui disse. Fai. … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

scrivere in fretta

Ho scritto un libro, Lo scommettitore, in 18 giorni. Anzi, 18 notti. Dalle 11 di sera fino alle 5 del mattino. Ma non era un libro, era la traccia di un libro. Non mi interessava né la forma né la … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 15 commenti

un incontro

Il ricordo è impreciso, ché ne son passati di anni. Lavoravo in fabbrica e studiavo, e dal momento che mi ritenevo un intenditore di calcio (e mi ritengo) giocavo la schedina, tutta le settimane, stesso bar (ho fatto solo qualche … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | 19 commenti