diciamo

… che ci son problemi tecnici di trasmissione per un paio di racconti.
e che di uno, pubblicato, sto attendendo che gli autori mi inviino anche note biografiche e procedura.
(e poi: manca un’altra biografia su altro racconto già pubblicato).

la prossima volta faccio il vigile, per intanto sentitamente ringrazio:
chi ha sfondato con le battute (e non di poco),
chi ha spedito al mio indirizzo di posta elettronica anziché a raccontiaquattromani,
chi non ha fatto la verifica ortografica (scrivendo perchè anziché perché),
chi mi ha scritto Mi chiamo enrico con la e minuscola (ogni riferimento a Gregori è puramente casuale),
(ma il premio speciale va a quelle due persone che, per le note biografiche, mi hanno scritto: Fai tu… FAI TU???).

maremma maiala, vien voglia di dire, no?
va beh, buona giornata

Annunci

13 pensieri su “diciamo

  1. Ciao, va’, sta’ bene, che tu dici maremmamaiala ma intanto mi fai sorridere.
    Spero che noi non si sia fatta nessuna di quelle quattro cose lì, ma mi sento come quando vedi i carabinieri per strada e subito ti vien paura che di sicuro hai fatto qualcosa che non andava, anche se non sai cosa :-)))

  2. è internet che rincoglionisce, anche.
    per esempio le lettere che ricevo al giornale.
    c’è un signore che quando mi scriveva su carta scriveva
    egregio direttore (e io cambiavo in gentile, che egregio mi sembra osceno),
    ora invece che mi manda mail mi scrive
    egreg dirett

  3. No, Gregori, non ci siamo. Glielo dico col cuore in mano, sa: con la Maiuscola poi, non la riconosce nessuno.

  4. “Fai tu”: un bel modo per tirarti dentro di nuovo nei raccontiaquattromani, come autore. Tu t’inventi la loro biografia, ed esce un racconto. È vero che poi ti manca il partner, ma vuoi mettere? Starai dentro alle 5500 battute, passerai il correttore ortografico e soprattutto invierai il testo all’indirizzo giusto :DDD

  5. @ remo:
    concordo con evacarriego. non so chi siano gli autori che ti hanno detto di “fare tu” la loro biografia. ma io al tuo posto avrei risposto: “no, quella la fate voi. io mi occuperò volentieri del vostro epitaffio”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...