Oggi. Vita, amore, morte, ricordi: oggi insomma

Mi è venuta in mente un’idea balzana.
Una proposta.
Vi invito a scrivere dei racconti da postare, poi qui.
Ma a coppie. Che si accordano per scrivere insieme.
Allora.
Chi vuole si mette d’accordo. Metti Aitan con Biancamara, Gea con Enrico Gregori. Io con… Donna Laura, o Annarita Briganti, o RedPasion oppure con Mario Bianco. Anche due uomini o due donne.
Poi: qui vengono persone che non hanno un blog, ma che scrivono, penso a Giorgio Bona e Simona Loiacono.
(Se Laura e Lory vogliono partecipare, dal momento che hanno sempre scritto insieme, penso sarebbe giusto se si trovassero un socio o una socia).
Anche gente che non conosco, ma che mi dice, io parteciperei ma non conosco: in questo caso proverei io a chiedere, trovare, formare insomma una coppia.
(L’idea mi è venuta perché io a, non so scrivere racconti e b, io non ho mai scritto mai a quattro mani).
Si formano le coppie, insomma, e si decide che si va avanti per un po’, magari due mesi, magari meno, magari di più.
Mi mandate per posta elettronica e io copio e incollo ma – questo è importante – senza svelare chi sono gli autori del racconto.
Lascio il racconto per due giorni e, in questi due giorni, si vota così come si vota su anobii: una stella (brutto), due stelle (così così), tre stelle (bello), quattro stelle (bellissimo).
Hanno diritto di voto (però) solo i partecipanti.
Voteranno, quindi, anche gli autori del racconto, a provvederò io a non tenerne conto ai fini della classifica finale.
Gli altri, se vorranno, potranno commentare.
Propongo anche il tema.
Oggi.
Vita, amore, morte, ricordi: oggi insomma.

Alla fine creerò una pagina come questa. Oppure si può creare un e-book. Condue righe due sugli autori.
E io parteciperò, ma non avrò diritto di voto.

Ora ditemi, ché se mi die che è un’idea troppo balzana va bene lo stesso, così faccio altro.
Buona notte, perché penso che a quest’ora stiate tutti dormendo.

Chi vuole aderire mi scriva.
raccontiaquattromani@gmail.com

Da un minimo di sei sette racconti a un massimo di trenta (poi chiudo).

E vi segnalo che è uscito BlogTime, di Titty e d’altri, con lei.
(Grazie Titty per la pagina dedicata dalla Donna).

Annunci

98 pensieri su “Oggi. Vita, amore, morte, ricordi: oggi insomma

  1. Ciao Remo!! L’idea è carina ma io non saprei con chi scriverlo e secondo non ho mai scritto a quattro mani, quindi non so mica come si fa!! O___O

  2. Idea meravigliosa Remo
    neanche io ho mai scritto a 4 mani, ma c’è sempre una prima volta. ;D

  3. è davvero un’idea bellissima.
    devo trovare la/il partner e aderisco di sicuro (quindi la mia adesione “ufficiale” te la invio nei prossimi giorni, a coppia fatta)
    buona giornata Remo. buona giornata a tutti.
    la mia, si prospetta radiosa :-)

  4. bella idea…bella proposta!! Io ci sto…
    :) sperimentare a 4 mani non mi spaventa!
    non avendo e-mail degli altri partecipanti…lancio qui il mio sasso…
    chi si fa avanti? :)

  5. per ora c’è una coppia più sei sette singole adesioni.
    si potrebbe procedere anche per sorteggio, eventualmente.

  6. devi aver pazienza. tu lanci queste proposte nel fine settimana, quando i blogger sono per tutti altri lidi!!! :-)
    aspetta lunedì, per valutare
    (detto fra noi anch’io ora chiudo tutto e vado fuori e se ne riparla domani)
    un abbraccio.

  7. Io ci proverei, tanto per divertirci, però non ho un compagno o una compagna! Però potrò farlo solo alla fine di luglio! Verso il 20 insomma! ^___^

  8. AAA:
    cercasi collega per possibile scrittura a quattro mani. Si richiede esperienza in storia moderna. Tema da trattare: racconto di ambientazione storica. Astenersi perditempo.

    Rino.

  9. però! E dire che con l’afa il resto del mondo in genere rallenta, si ferma, sbadiglia e sonnecchia. Tu invece hai il cervello che ‘fuma’ di iniziative.
    Da buona perditempo non posso che astenermi, però non mi dispiacerebbe fare il guastatore, qualcuno che s’intrufola nei brogliacci altrui modificando e alterando.
    Ma pensa te; in vacanza, all’Elba, mi sono portata un libro che ho comprato nel 2001 e che ho lasciato a decantare in mezzo alla cartaccia di casa mia per anni. Ebbene, come spesso accade, lo sto mangiando; nel senso leggendo avidamente. E distratta come sono, mi sono accorta ‘poi’ – dallo stile così franto – che è stato scritto a più mani da una serie di scrittori irlandesi: il ricavato delle vendite è stato poi devoluto ad Amnesty…Questo è una specie di giallo: ogni capitolo è stato scritto da un autore diverso e pare che si sia scatenata una sorta di ‘gara’ tra loro: in pratica si divertivano a complicare la vita a quello che sarebbe venuto dopo.

    roby

  10. Ho tentato una volta e mezza :-) questo tipo di scrittura, credo poco a un paritario “miscuglio” creativo e più a un inseguirsi di voci e rimandi… ma sarei curioso di riprovare.
    Lascio a te, al caso o a un generoso invito il compito di farmi “accoppiare” :-)

    Ciao, Dario.

  11. @MarioB., come ho scritto da me, sì, sì, sì (onorata, carissimo :)

    domanda per Remo, mente diabolica che ha partorito tutto ciò: la/o stessa/o blogger, può aderire con due racconti e due partner diversi? (ho ricevuto in pvt un’altra proposta di “collaborazione a quattromani”, per cui avrei il piacere di confrontarmi in una “doppia” prova, in ciò che rischia di diventare una sorta di scrittura tentacolare, e mi spiacerebbe dire no)
    ci illumini, maestro :-)

  12. Proposta interessante e arguta.
    Non parteciperò, ma sarò affacciato dal mio balconcino di Marechiaro, con la brezza salata che solletica il mio narcisismo.
    Non riuscirei mai a condividere le mie follie con alcuna scrittrice (non avevo preso neanche in considerazione l’idea di scrivere e condividere l’alito di un altro uomo).
    Non potrò votare,l’ideologia Gregoriana impera,la democrazia resta un infezione dello spirito: che si fa? La si canta e la si suona da soli?
    Com’è che i lettori non potranno votare?
    Chi vuoi, Remo caro, che si legga montagne di parole partorite in duplex senza esprimere voti e consensi?
    Il piacere della lettura è anche la passione per il post-pettegolezzo.

  13. felice di essere in coppia con Libra….
    ho provato alcune volte l’esperienza collettiva (stile jam session) e debbo dire che mi sono divertita…
    Un saluto a voi

  14. Remo Remo Remo,
    lo sapevo che prima o poi anche tu saresti finito nel gruppo di quelli che provano a farci scrivere ognuna per cavoli nostri. Perché, in una sfida di scrittura a quattro mani, noi dovremmo partecipare uti singulo con il compito di andarci a cercare un partner? Ne parlo con la Falcone e vediamo, ma non garantisco. Anche perché non saprei io, né lo saprebbe lei, con chi scrivere…
    Laura

  15. Idea balzana per idea balzana: visto che io e Lory scriviamo sempre a quattro mani e tutti gli altri no, perché non invertiamo i ruoli? Io e Lory scriviamo ognuna per fatti suoi, a due mani sole mentre tutti gli altri, che normalmente scrivono a due mani, si mettono in coppia. Che ne dici?
    Laura

  16. Domando: c’è un limite di cartelle, di righe, di pagine, di note, di battute, d’ispirazione, di logica, di… insomma, qualche dettaglio. Grazie Remo.
    Rino.

  17. – francesco di domenico,
    magari ci ripensi.
    secondo Gandhi, invece, al democrazia è la dittatura del 51 per cento sul 49.
    il voto è cosa che non serve; serviva a me per impaginare, poi, il prodotto finito. Il più bel racconto sarà il primo, il secondo chiuderà la raccolta, il terzo lo metto in mezzo… come fossero tre mazzi di carte.
    ai fini di questo mi va di coinvolgere i partecipanti.
    – eva,
    mi farebbe piacere la tua presenza; eppure di estimatori ed estimatrici ne hai (qualcosa di sardo, no? una coppia, due donne, si è formata partendo da due affinità: la stessa regione di residenza (puglia) e analoga passione per un poeta (pessoa).
    – no Laura, io non volevo dividervi; io vi considero un’unica entità, quindi pensavo che qaalcuno si potesse abbinare a voi due. a sei mani insomma.
    – biancamara, certo che sì.
    puoi sdoppiarti.ma mandami l’adesione quanto prima.
    – per tutti: massimo 5500 battute
    – sempre per tutti: non c’è fretta per scrivere (anche se un racconto è arrivato già), ho bisogno di sapere chi vuol provarci.
    – aitan, mi piacerebbe che tu partecipassi. se mi dai una mano a organizzare mi piacerebbe ancora di più.
    mi raccomando: scrivere o qui oppure a raccontiaquattromani@gmail.com

    diciamo che raccolgo adesioni fino a venerdì 11, poi basta. se le adesioni sono troppe mi fermi prima e avviso.
    – cercherò di tovare il socio di chi scrittura a chi ancora non ce l’ha.

  18. per ora ho raccolto sette adesioni, più persone disposte a provare, ma che non hanno ancora trovato il socio di scrittura.

  19. Da quando ero ‘nu criaturo di latte a mmò, aggio sempe sentito dicere:- Vita, morte e miracoli…-
    Forse perché l’Italia é un paese di Santi, Navigatori e…Poeti. E una maniata di scrittori.
    Adesso, invece, come cambiano i tempi e…le mode. Infatti, remobassini tuttoazzeccato, se ne esce cu st’idea balzana di scrivere a quattromani, e biancamara fa a chi mette a ‘ncoppa e se ne viene con sei di mani. Il sottoscritto, che ha visto tutto le cose dal punto di vista di un rasoterra come me, invece, aggiunge anche quattro zampe che in coppia fanno otto. Io sono Sgarollo e si da il caso che ho quattro zampe: quelle davanti sono più corte di quelle di dietro. E ho la caratteristica di aver sempre una maledetta paura. Così che al primo rumore o battitto d’ali mi cacosotto dalla paura. C’ho pure le orecchie lunghe. E l’occhio guardingo e sospettoso. Forse se le mamme e i papà dei bimbi umani stessero più attenti, a parte la guerra, certe cose non accadrebbero. Gli umani, ma bisognerebbe sempre ricordarglielo, sotto sotto sono animali. Scimmia, Darwin e Soci. E coniglieria, aggiungo. Quancuno degli umani dice: – Siamo animali sociali perché ci cerchiamo per sfiorarci, toccarci…e scrivere. Infatti, nel caso stesso della formazione delle coppie di scrittura, a remo gli esce il fumo da cervello, orecchie, naso e gola. Ma bando alle chiacchiere, anche se mi chiamo di nome Sgarollo e cognome faccio ConiglioIo quasi quasi in questa avventura remobassinituttoazzeccato mi ci butto… Però, v’informo che é da poco che ho iniziato a navigare in questo aggeggio infernale di internet-blog-e-simili, quindi spero di non fare errori nell’invio trasmissivo del materiale narrativo. Insomma spero di non perdermi nella rete. Buon lavoro e, in primis, divertiamoci dando la stura alla creatività. Cià!

  20. Biancamara (1) – Mario Bianco
    Biancamara (2) – Aitan
    Gea – Enrico Gragori
    Laura e Lory – Antonio Consoli
    Miriam Ravasio – Rino
    Barbara (Rael) – Damiel
    Remobassini – Donna Laura
    Irene Leo – Libra
    più altri nove possibili accoppiamenti in attesa di conferma

  21. Biancamara (1) – Mario Bianco
    Biancamara (2) – Aitan
    Gea – Enrico Gragori
    Laura e Lory – Antonio Consoli
    Miriam Ravasio – Rino
    Barbara (Rael) – Damiel
    Remobassini – Donna Laura
    Irene Leo – Libra
    Stefano Mina – Morena Fanti

  22. solo ora leggo e avrei un’amica alla quale proporre la cosa: il tempo di dirle poi scriverò. io comunque, anche da sola, aderisco. tento.

    oggi è uno speciale giorno: è il giorno in cui il mio dio mi presta ascolto.
    così, dato che amore e morte sono anche loro un tema del post, vi voglio dedicare una poesia.
    è quella che 2 anni fa scelsi per mio padre quando,appunto, il mio dio – ascoltandomi – pose fine alle sue sofferenze.

    “Il Mare”

    Sorride da lontano.
    Denti di spuma,
    Labbra di cielo.
    (Federico Garcia Lorca)

    e adesso sapete cosa faccio ?
    vado a nuotare al mare, faccio una bella bracciata attorno alla nostra scogliera.
    poi mi sdraio al sole e, prima di addormentarmici col sorriso, pensando a mio padre, fisso l’orizzonte… lui è là, fra mare e cielo che mi risponde.

    Paola Cingolani

  23. Biancamara (1) – Mario Bianco
    Biancamara (2) – Aitan
    Gea – Enrico GrEgori
    Laura e Lory – Antonio Consoli
    Miriam Ravasio – Rino
    Barbara (Rael) – Damiel
    Remobassini – Donna Laura
    Irene Leo – Libra
    Stefano Mina – Morena Fanti
    Elys – Dario
    Al3sim – Silvia Leonardi
    Biancamara (3) – (…)
    Annalisa – Bepi Vigna

  24. Caro Remo, per sopraggiunte difficoltà personali, devo rinunciare alla mia partecipazione al racconto con vero dispiacere.
    In bocca al lupo a tutti i partecipanti e cari saluti a te e a tutti gli altri.

  25. e’ un pezzo che non scrivo nulla pero’ il gioco mi stuzzica. E allora perché non giocare? Eppero’ mi pare che questo sia diventato il ballo con la scopa… vale se scrivo a quattro mani con quella? ;-)

  26. Cara cri bove,
    prendermi quale tuo legittimo collega
    di scrabocchi e spiringuacchi letterari.
    Però, avvisami perché devo “parcheggiare” il mio destriero Biancounicorno che mi fa perdere un sacco di tempo in quanto a fine giornata vuole scambiare sempre quattro chiacchiere. Ha una favella che mi fa venire l’emicrania. Un volta facevo parte de I Cavalieri della Tavola Rotonda e queste incombenze di stalla e compagnia cantando, le lasciavo al mio scudiero Fulgenzio, il quale non sa che é uno dei miei figli avuto di stramacchia con la bella Vaiassella donna delle pulizie del Castello Aragones. Sono tre giorni che io e Biancounicorno galoppiamo. Per raggiungerti sia io, Gennarosaid il Terribile Sultano ammazzainfedeli, che Biancounicorno non tocchiamo né fieno né paglia né acqua. Ciao!

  27. Paola: un giorno un signore delle tue parti che mi vide rimirare il mare con aria sognante mi chiese di dove ero e io risposi “di Ivrea”.Non contento, incalzò chiedendomi se ero nata proprio lì… (del resto l’accento piemontese nun ce l’haio proprio!!!! Cocca de mamma mia :-)) aggiungendo alla mia risposta che come lui anche
    io sono nata con i piedi bagnati dal mare….
    Sarà casuale?
    Elisa la goccia

  28. Caro Gennarosaid, mi faresti il piacere di inviarmi magari un pvt?
    la tua presentazione mi è piaciuta molto, mi sembra di scorgervi un che di deja-vu…Può darsi che la tua proposta mi faccia ritrovare abbastanza energia da collaborare con te. In particolare mi intriga assai la faccenda dell’unicorno (quanto ti fa pagare il posteggiatore?)
    E ce l’avete lo scetavaiasse?
    aspetto la tua risposta
    Donna Ginevra di spaccanapoli

  29. Uffi, a me che non son scrittrice ma lettrice sarebbe piaciuto votare! :-) Potrò però commentare, anche senza votare??
    P.S.: l’idea di considerare Laura e Lory come un’entità unica mi fa ridere (ed è giustissima)!!

  30. Cara cristi alias Donna Ginevra ‘e miezza spaccanapoli, dint”o vascio a nummero 6, addò ‘e surdate mericane d”a IV Flotta passavano, sostavano…e spassavano pe chella bella faccia toia,(ma nun solo p”a faccia), ma tu forse te si scurdata ca nun appena vediste chillu bello guaglione ‘e Lancillotto me mettiste dduie maronne ‘e unicorne ‘e chesta manera ‘nfronte?
    Io nun me songo scurdato, pe’ dduie mutive: a)Chilli mappine d”e cumpagne miei d”a Tavola Rotonda quanno me vedevano zittu zitto sciusceniavano:- ‘O vi lloco! Sta passanno ‘o curnuto -; b)Bella comm”ire, nun putive rimané sfriggiata d”a mulletta ca purtava dint”a sacca d”o cazone. A tanno a mmò a spaccanapoli te chiammano a sfriggita. MA TU FEMMENA ‘E FUOCO COMME SI GIà TE L’HE SCURDATO. Però pure si me trarute e nun si cchiù d”a mia, Ginè ‘ncopp”o bbene ca te voglio ancora(pure chesto t’aggio ditto)n’atu trarimento e pe tte é fernuta.
    Pappaparapa Pappaparapa Pappapara pa ra ra pa Zu zu zu. (‘E figlie sai ca so, so piezz”e core; ma chesto p”o mumento nun ce azzecca niente).

    I posteggiatori qui sono come le cavallete, ti assalgono in ognidove.
    Ueh! cristì ma cheré ‘nu pvt?
    Mica sono i pivot che giocano a pallacanestro?
    Cristì mò vide tu ca vuò fa, però, tempo permettendo, ce putimmo fa delle chiacchierate an passant, tout court e con e senza unicorno.
    Mi piace, per il momento, ca nun saccio comme si fatta. Chisto per esempio putesse essere ‘nu bello spunto pe’ n’esercizio di scrittura “cretaiva”. Spero di non averti annoiata. Ciao scisciù.

  31. Ommarò’, gennariello mio, ma comme ‘a sai gira’ tu ‘a frittata propete nisciuno…forze nun t’arricuorde ca si stato tu a a passà pe tutte è viche e Napule ‘e ffemmene cchiù bbelle ra ‘nfrascata…
    e i’ chiagnevo…
    Mò he fatto bbuono a me rìcere tutte cheste bbelle ccose, vire che putimme fa, almeno cu ‘stu cunto…
    Vabbuò, addimannancello a Remo.
    La mia mail , è ovvio. Visto che i pvt ti fanno confondere basket e cavoli.
    Pe’ ssape’ comme so’ fatta , vai sul mio blog, almeno mi vedi in fotografia…sai com’è, dopo tutti questi anni, magari ti viene un colpo a vedere come sono diventata…
    ciao
    gine’

  32. allora Remo
    ci siamo.
    siamo, non credo sia una sorpresa, io & quell’altra.
    lisina e rossa
    “goccia e roccia”

  33. Mi scusi, nè,
    che io credo che ‘sti napuli lì se si mettono ‘nsieme ci vincono loro il premio,
    che ci hanno la lengua lunga,
    e noi piemontesi invece gnente,
    che siamo gente appartata e modesta, nè,

    mi sai pi’ nen cosa dimne!
    O povri nui!

    MarioB-(

  34. Ueh marittiello a me, ma penzo pure a chell’ata napuli di cri-cri-ginevra, nun m’interessa vencere nisciuno premio. Apro una piccola parentesi. Li in Piemonte ci sono stato due volte. La prima sulle montagne, in agosto, ad Agape. Poi, molti anni dopo, in settembre, sempre a Torino, a casa di una mia amica conosciuta in un estate in Sisilj. Figurati che se vincessi un premio diventerei lo scrittore da morto, mentre se facciamo questo tipo di cose – che io chiamo lo zen animale degli insegnamenti – allora sono lo scrittore da vivo. Non so se sono riuscito a spiegarmi, ma ormai quel che é scritto é scritto.
    Non sono nemmeno disposto a ritrattare.
    Ciao né.

  35. Essì, essì, criginevra concorda, il trastullo è già in essere qui.
    La cosa in sé, per dirla alla Khrishnamurti.
    Agli insegnamenti cui ti riferisci si potrebbe attingere per adattare anche il titolo:
    “Lo zen e la manutenzione della novelletta”
    A mario un sorriso per l’amabile incentivazione.
    buonanotte, il sonno sta vincendo.

  36. allerta,
    io fossi in te proporrei le mie mani a eva carriego (è già esperta di cuori…)
    e.l.e.n.a.,
    sa bene che se fai un fischio corrono in tanti
    ilaria,
    che certo che puoi commentare. partecipare no?
    quindi
    la lista si aggiorna con
    1. paola cingolani – elisa
    2. cristina bove – armando tranchino (attendo conferma)
    e poi:
    3. Biancamara (1) – Mario Bianco
    4. Biancamara (2) – Aitan
    5. Gea – Enrico GrEgori
    6. Laura e Lory – Antonio Consoli
    7. Miriam Ravasio – Rino
    8. Barbara (Rael) – Damiel (attendo conferma)
    9. Remobassini – Donna Laura
    10. Irene Leo – Libra
    11. Stefano Mina – Morena Fanti
    12. Elys – Dario
    13. Al3sim – Silvia Leonardi
    14. Biancamara (3) – (…)
    15. Annalisa – Bepi Vigna

  37. Bellissima iniziativa, ti invio per email un racconto scritto a quattro mani con un carissimo amico, scrittore formidabile.
    Spero di essere in tempo
    katia

  38. O remo, signore degli accoppiamenti terrocelesti, se non mi “dai” cri-cri-ginevra, qui davanti al computer faccio un ammazzamento del mio corpo medesimo che persino i Cherubini ti riterranno responsabile del mio insano disperato gesto. Oh, che bel melò. Però anche le poche parole della sirena silvia,(forse già avete dimenticato quel magnifico sublime pezzo pop-rock di A Silvia ‘e chillu povero scartellatiello di Giacumino Leo, ca nun si appizzò nemmno ‘na bagascia?) mi hanno attratto e avvolto. Penso che Cri-cri e Silvia da fuori sono “piccole”, ma dentro tengono galassie, mondi, stelle e uno-di-tutto. Oh, celate poetesse.
    O la mia é una quadrupla sensazione super sbagliata con annesso il de javu?
    Ciao a tutte e tutti e buon lavoro.

  39. caro remo e compagnia bella,
    volevo porre una questione sugli accoppiamenti.
    Le scelte sono in base, più o meno, alla terrotarialità di nascita? SAREBBE STATO INTERESSANTE MISCHIARE LE CARTE, ANCHE PERCHé OGNI CARTA HA IL SUO BAGAGLIO LINGUISTICO DIALETTALE E NAZIONALE. FERMO RESTANDO CHE CRI-CRI NUN ‘A FACCIO A CAGNO CU NISCIUNA. Scherzi a parte, ma conoscersi, lavoarare e aprirsi a livello verbale e di scrittura sui rispetti percorsi personali, credo, sarebbe attingere ai giacimenti orali delle nostre regioni. REMO E COMPAGNIA BELLA, COSA NE PENSATE?

  40. Territorialita’ di nascita? Dunque vediamo:
    Laura: nata a Roma da genitori con ascendenze libico-ciociare-siculiane
    Loredana: nata a Roma da genitori con ascendenze trasteverino-pugliesi
    Antonio: siciliano doc, a quanto ho capito.
    Viva l’unita’ d’Italia si puo’ ancora dire oppure rischio di essere arrestata per affiliazione alla carboneria? :-))))
    Laura

  41. spesso è sufficiente creare il luogo, il contenitore, perché vi confluiscano le energie.
    bravo Remo,
    un abbraccio dal caldo afoso,
    e.

  42. 1. chi intende partecipare e cerca un socio di scrittura per favore mi mandi una mail a raccontiaquattromani@gmail.com
    2. ciao katia, per me va bene, ma sei dentro le 5500 battute (massimo 6000)?
    3. io credo che sia già una gran cosa riuscire a scrivere a quattro mani. per me è una scommessa, mai fatto, ed è lontano lontano dal mio modo di scrivere. e come posso creare abbinamenti basati sulle diversità se, per esempio, io di armando tranchino so che sifirmaarmando tranchino e basta?
    buona giornata

  43. Ciao, Remo. Idea -come gia’ detto in email – splendida! Io ci sono, e cerco un compagno! :)
    PS. Finalmente ho perfezionato la mia iscrizione a wordpress… mi hai datto lo “scossone” per farmi riaprire un progetto a cui tengo particolarmente…
    :) Evviva!!
    C’e’ ben altro, oltre a SuperMario! :) :)

    Un bacio!

    roberta bianchin (Zampe!!)

  44. Cari Remo e Rino, ascoltando la musica, anche io mi sono alzata per un giro di Valzer, ma ho già le vertigini, mi gira proprio la testa. Ritorno al posto; sul divanetto comodo aspettando i vostri volteggi. Potrei dire che per sopravvenuto impegno mi è difficile garantire la partecipazione. Invece, scrivere un racconto a quattro mani, non è una sciocchezza occorre affinità; c’è chi tende al serio e chi al grottesco, in questo momento io tendo decisamente al comico.
    Lunga vita ai giochi! Buon luglio e buon agosto, Miriam Ravasio

  45. inutile che io aggiorni l’elenco dei partecipanti.
    anche perché: chi pensa di partecipare, chi ipotizza, magari non porta a termine nulla.
    per adesso sono arrivati due racconti.
    uno l’ho letto, va bene così.
    l’altro devo leggerlo.
    se c’è qualcosa che non mi convince chiedo a chi l’ha scritto delucidazioni; insomma, non dico che farò un editing ma un quasi editing sì.
    purtroppo partecipo anche io.
    tento: ma non so come andrà a finire. nella mia vita di scrittore non ho fatto altro che distruggere.
    per me (oltre al fatto di raccogliere racconti) è un esperimento: di scrittura a quattro mani e a distanza.
    poi, discorso anonimi.
    allora, sulla destra di questo cavolo di blog vedete i link.
    alcuni sono con la lettera maiuscola.
    si tratta delle persone che ho conosciuto.
    oppure solo visto: Flounder l’ho incontrata a un lit camp, ma l’ho conosciuta solo poi (scambio di commenti e mail).
    (in realtà c’è un link con la minuscola ma che andrebbe “maiuscolazzita”. E’ un’entità anonima, ma non per me, che vuole restare tale). Degli altri, del 99 per cento, so nome e cognome, con alcuni mi sono sentito al telefono, altri mi scrivono.
    questo per dire che a questo gioco può partecipare solo chi mi dà garanzie.
    un anonimo non offre mai garanzie.
    a me sta bene che qualcuno voglia firmarsi con un nick.
    ma dietro questo nick io voglio comunque vedere, sapere.
    mai fatto prima, stavolta, per questa occasione (questo gioco) sì.
    e infine.
    se ci fosse qualcuno che volesse darmi una mano nella lettura dei testi, ecco un comitato di lettura (penso a enrico, che sa cosa vuol dire leggere un manoscritto o fare dell’eting) ben venga.
    anche perché arriverà il momento – se arriverà – in cui qualcuno dovrà dirmi del mio racconto (che proverò a scrivere con donna laura).

  46. Caspita, io in questi giorni sto un po’ fuori (nel senso della testa, dell’attenzione), ma vedo che questa bellacosa cresce, che ci sono già dentro, e magari ora faccio anche una proposta per esserci due volte (che, in fondo, esserci due volte a metà è un po’ come esserci per intero una volta sola).

    (Ho l’impressione che anche codesto commento necessiterebbe di un lungo lavoro di editing, eh, Remo?).

  47. Non sono sicura di sapere come si fa un editing, ma leggere mi va, sempre. Per cui mi candido per il comitato di lettura, se vado bene, Remo.
    Baci.
    Monia

  48. Mio caro Remo, come ti ho detto via mail ci siamo anche io e Massimo.
    Lui è ancora fuori sede ma spero di inviarti tutto al più presto.
    Un abbraccio anche da parte sua.
    bacio
    Simo

  49. Non so, io non potrei mai farlo… in tutta sincerità l’idea di scrivere a 4 mani mi crea d’impatto un senso di costrizione soffocante. Temo di non essere portato per certe cose, insomma, ho un limite (che però non mi dispiace)… ad ogni modo sono curioso di vedere cosa sapranno fare i partecipanti. Proverò a passare a leggere (sperando di averne tempo).

    Ciao Remo passavo di qui dopo un bel po’ di tempo, volevo lasciarti un saluto

  50. Armando-Gennarosaid, hai fatto un preciso invito, hai rivendicato la mia partecipazione e poi ti sei “dato”? come si dice qui a Roma?
    Remo è stato chiaro, per continuare dovresti inviargli i tuoi dati , almeno in privato. Altrimenti, tutto il fuocoefiamme che hai fatto resta lettera morta.
    Io intanto ho accettato di fare coppia con Cinzia, ma su suggerimento di Remo posso partecipare anche con te.
    He capite guaglio’?…

  51. AAA cercasi compagno/a per esperienze ai limiti del lecito. Astenersi orgiaioli e solipsisti. L’idea mi piace tanto e la costrizione mi eccita.

    Idea davvero intrigante Remo. Spero di trovare per tempo il compagno ideale (il mio, Aitan,non mi ha nemmeno come si dice a Parigi, cagato) e non vedo l’ora di leggere i racconti dei partecipanti.

    un saluto da Tissi e dal mio cane Ciccia!

  52. dopo la prima lettura dei commenti, io voto cristina bove e compagno :-D

    (nel frattempo cerco di fidanzarmi con ManginoBrioche. seguiranno aggiornamenti)

  53. un punto di penalizzazione, anzi due, ma di sutura, ad aitan
    potremmo anche fare scommesse, quindi,
    l’accoppiata (eventuale) manginobrioches-flounder è un po’ come la juventus (epoca moggi, però).

  54. A chiunque sia interessato.
    Propongo la mia candidatura.
    Avrei un’idea (rigorosamente nerissima) riguardo al tema proposto, in più so appuntare le matite, svuotare i portacenere e fare un ottimo caffè (almeno così dicono).

  55. Ciao Remo, ho visto solo ora questa bella idea!
    Mi piacerebbe riprovare a scrivere qualcosa che non siano le solite relazioni tecniche richieste per lavoro e avrei anche le altre 2 mani con cui farlo. Sono ancora in tempo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...